top of page
  • Slowzine

Cloz

Cloz: una comunità che ricostituisce la sua A.S.U.C.

come bene prezioso per la salvaguardia del territorio


Barbara Rauzi, membro del Comitato esecutivo A.S.U.C. Cloz



Con grande entusiasmo e determinazione, nonostante le varie proroghe per l’indizione del referendum, le lunghe tempistiche che hanno tenuto occupati per quasi due anni i 10 membri del comitato promotore A.S.U.C. (per la preparazione di incontri con gli esperti, la raccolta firme e la distribuzione porta a porta delle informative per i residenti) a causa dell’emergenza epidemiologica Covid-19, siamo finalmente giunti alla costituzione dell’A.S.U.C. di Cloz! I cinque cittadini più votati dai residenti della frazione di Cloz con referendum del 13 giugno 2021, sono stati: Torresani Andrea (eletto presidente dal comitato A.S.U.C.), Franch Graziano (vicepresidente), Rauzi Barbara, Rizzi Reinhold e Cappello Silvano. L’entrata in vigore ufficiale porta data del 13 settembre 2021 e fin da subito ci siamo mobilitati per recuperare tutti i dati relativi agli usi civici di nostra competenza, abbiamo fissato vari incontri con le amministrazioni pubbliche, i corpi forestali delle provincie di Trento e di Bolzano e con l’Associazione provinciale delle A.S.U.C. trentine che ci hanno dato un prezioso aiuto per avviare tutto l’iter di preparazione burocratica. Già nel periodo precedente al referendum, ci eravamo messi a disposizione della comunità di Cloz per sistemare e ripulire il tratto di strada ciclabile da ramaglie e piante cadute sulla stessa a seguito delle abbondanti nevicate invernali. Queste operazioni sono state molto apprezzate dai residenti e questo sostegno ci aveva dato maggior determinazione e motivazione per perseguire il nostro progetto. Nella stagione estiva, e soprattutto nel periodo successivo alla costituzione dell’A.S.U.C., abbiamo svolto i primi e urgenti interventi, quali la sistemazione e l’esbosco della strada principale che porta in quota (opera inizialmente prevista dal Comune di Novella), la martellatura di un lotto di piante con la forestale e l’imminente vendita dello stesso, l’affiancamento in montagna durante i lavori di sistemazione stradale, il sopralluogo con i forestali per verificare un lotto di legname già martellato negli anni scorsi dal Comune di Cloz e la pianificazione per la vendita. Appena possibile convocheremo i residenti della frazione di Cloz per stilare il programma che coprirà tendenzialmente i 5 anni di operatività degli attuali membri dell’A.S.U.C. e un bilancio provvisorio di quelli che saranno i nostri progetti di miglioria e cura del patrimonio boschivo e montano che tanto ci sta a cuore. Noi crediamo fortemente in questa nuova realtà e ci impegneremo affinché venga portata avanti con il giusto spirito e attraverso scelte ponderate per il bene della nostra comunità. L’idea di costituire l’A.S.U.C. è scaturita nel momento in cui è nato il Comune di Novella, a seguito della fusione di 5 paesi, e Cloz è diventata quindi una delle frazioni. Il nostro intento è principalmente quello di mantenere un senso di appartenenza al territorio che da sempre veniva governato dalla nostra piccola comunità, e crediamo che le 5 persone che costituiscono il comitato A.S.U.C. riescano a gestire la proprietà collettiva di cui è titolare la comunità in maniera più capillare rispetto a una singola figura dell’amministrazione comunale, per poter mantenere e migliorare il nostro patrimonio silvo-pastorale.



In questi 5 anni di mandato, tenteremo di sviluppare tutte le idee che abbiamo previsto come programma. Il primo anno è stato caratterizzato per lo più dall’aspetto burocratico mentre, già nel 2022, siamo stati operativi, prima di tutto nell’eseguire dei lavori urgenti di miglioria presso la malga, lavori di ripristino e messa in sicurezza di un posto a noi molto caro, che si trova nel bosco limitrofo al paese e dove vi è una statua della Madonna. Abbiamo individuato zone dove poter segnare e mettere in vendita del legname e martellato delle piante e assegnate tramite sorteggio (sorti legna) con ben 4 modalità di scelta da parte dei censiti, ad uso familiare. Per questi primi mesi del 2023 abbiamo organizzato la giornata ecologica assieme ad altre associazioni della nostra frazione, per la raccolta dei rifiuti in varie zone del paese e stiamo organizzando per il 25 maggio 2023 la festa degli alberi, per la prima volta nei pressi della Malga di Cloz. Abbiamo erogato dei contributi a varie associazioni per la copertura di importanti spese, e prevediamo di accompagnare, come già fatto nel 2022, un gruppo di bambini disabili per una giornata all’aria aperta e in mezzo alla natura, sempre presso la nostra malga. Speriamo che il nostro modo di intervenire e agire sia lo specchio di quello che tutti vorrebbero veder realizzato e che il nostro patrimonio boschivo sia sempre visto da tutti come un tesoro da custodire al meglio, anche dalle generazioni future.

2 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page