top of page
  • Slowzine

L’A.S.U.C. di Coredo

L’A.S.U.C. di Coredo: quando il territorio vive grazie all’interazione tra i gestori dei beni collettivi che reinvestono in comunità


Mauro Erlicher, presidente A.S.U.C. di Coredo; Marta Villa, antropologa culturale DSRS Università degli Studi di Trento



Il Comitato A.S.U.C. di Coredo è stato costituto ed eletto nel 2015 a seguito della fusione dei comuni di Coredo, Smarano, Tres, Taio e Vervò nell’unica realtà amministrativa di Predaia dopo la votazione aperta a tutti gli abitanti di maggiore età della frazione. La partenza non è stata facile perché non avendo alcuna risorsa iniziale è stato necessario accendere un mutuo. Il comitato A.S.U.C. provvede alla gestione dei beni collettivi di proprietà della Comunità di Coredo che comprendono 1600 ettari di bosco, la malga Coredo monticata con anche funzioni di azienda agrituristica, la malga Vecchia, dismessa che comunque viene lasciata come punto di appoggio aperto e manutentato per chi frequenta la montagna, una cava di marne che è data in concessione. Sono stati eseguiti dei lavori su strade forestali già nel primo anno di vita del comitato collaborando con enti già presenti sul territorio per la sistemazione dei sentieri, pulizia del bosco, interramenti di concerto con il consorzio irriguo, recinzioni in legno per la messa in sicurezza, ripristini del patrimonio silvopastorale con scopi anche turistici per la fruizione del paesaggio. In malga è stato costruito un laghetto per l’abbeveramento del bestiame nel 2018 ed è utilizzata, dopo la vincita di bando, da una censita con la sua azienda agricola (San Romedio) ottenendo quindi un doppio vantaggio, la cura e tutela in modo oculato del pascolo e la presenza costante in loco: c’è vita in quota e produzione di latte e poi formaggio costruendo quel circolo virtuoso caratteristico di queste zone montane. Con i fondi del Piano di Sviluppo Rurale, richiesti dal comitato A.S.U.C., si è provveduto a eseguire tre diversi interventi di miglioramento del pascolo necessari per ricostituire un ecosistema radura-lariceto dal quale si possono ottenere benefici multipli.

Tra il Comitato A.S.U.C. e l’Amministrazione Comunale di Predaia sono in atto varie attività di collaborazione agevolate dal fatto che il presidente del comitato è stato anche presidente del Consiglio comunale fino al 2020 e, quindi, ne conosce i meccanismi. Questo ha permesso un dialogo maggiormente proficuo anche se non sempre il mondo dell’amministrazione pubblica riesce a capire che le A.S.U.C. possono essere delle alleate strategiche per la gestione del territorio e la sua salvaguardia sociale e ambientale e non rivali. Dove la relazione si basa sul dialogo e partecipazione l’amministratore comunale ha a disposizione il lavoro volontario di un numero elevato di persone della comunità che conoscono perfettamente la realtà naturale circostante e hanno ereditato delle modalità di gestione capaci di intuire le criticità prima che si manifestino in modo catastrofico. Ogni anno viene organizzata la Giornata Ecologica in aprile che coinvolgendo più di 70 volontari pulisce i boschi delle frazioni di Coredo e Smarano e si conclude con un pranzo offerto a tutti.

Una iniziativa ideata e gestita dal comitato A.S.U.C. in collaborazione aperta con altre associazioni ed enti istituzionali tra cui il Comune è il percorso Predaia Arte e Natura: lungo i sentieri che si snodano attorno ai laghi di Coredo e Tavon c’è un percorso costellato da opere d’arte in legno (singoli manufatti e opere di land art realizzate con le colomèle, ossia i pali in legno che in passato venivano utilizzati in viticoltura) realizzate da importanti scultori internazionali e valorizzate da appositi piedistalli in acciaio Corten, che ben si armonizzano con il paesaggio circostante. Questa iniziativa testimonia il fatto che attraverso l’apertura e la collaborazione è possibile realizzare momenti di scambio culturale che ricadono non solo sulla comunità locale, ma su chiunque venga a visitare il territorio: il comitato A.S.U.C. è infatti convinto che solo grazie al dialogo costante con tutte le compagini presenti sia possibile creare comunità coese e attive, infatti distribuisce contributi, ricavati dalla gestione dei propri beni collettivi, alle associazioni locali per le loro attività di animazione. Il comitato A.S.U.C. presidia il territorio grazie all’attività totalmente volontaria della collettività e favorendo così le relazioni tra la cittadinanza e il Comune di Predaia.

15 visualizzazioni0 commenti

Σχόλια


bottom of page