top of page
  • Slowzine

L'Associazione provinciale delle A.S.U.C.: una squadra per tutelare i domini collettivi

Roberto Giovannini, presidente Associazione provinciale A.S.U.C.



Ho fatto per quarant’anni il presidente del Comitato A.S.U.C. di Rizzolaga e nel 2010 sono stato eletto presidente dell’Associazione provinciale delle A.S.U.C., prima di me era stato presidente Arturo Mochen. Ho subito intrapreso la strada, non semplicissima, di riavvicinare l’associazione all’amministrazione provinciale. L’associazione è nata nel 1987 a Gardolo durante una assemblea molto partecipata ed è stata registrata, depositando lo Statuto, il 13 aprile dello stesso anno.


Attualmente è composta da un comitato comprendente 9 membri che rappresentano i diversi territori del Trentino e da una serie di esperti che collaborano con il proprio sapere e le proprie qualifiche alla vita associativa. Una delle caratteristiche fondamentali dell’associazione provinciale è cercare di creare un lavoro di squadra, siamo infatti una sorta di famiglia. Abbiamo iniziato subito a farci conoscere sul territorio attivando una serie di collaborazioni e iniziando a realizzare degli interventi nelle scuole per avvicinare il mondo della formazione a questo altro modo di possedere. Sono stati fatti diversi interventi anche se non è semplicissimo riuscire a diffondere capillarmente questi progetti in tutto il territorio provinciale: proponiamo non solo la presentazione di cosa sia una Amministrazione Separata di Uso Civico, ma avviciniamo gli alunni alla toponomastica, alla storia locale, alla conoscenza della natura. Siamo convinti che i giovani debbano comprendere che le proprietà collettive non sono principi astratti, ma elementi fondamentali per la vita e lo sviluppo delle popolazioni residenti e legittime proprietarie di questi beni.

Abbiamo dato vita alla pubblicazione A.S.U.C. Notizie che esce con cadenza annuale e abbiamo ristrutturato il sito internet, ottenendo anche l’accesso a Openkat che per noi è molto importante. Sono stati realizzati dei momenti formativi con gli amministratori per conoscere meglio le procedure catastali e tavolari, la governance, la responsabilità civile.


La nostra sede si trova presso il Consorzio dei Comuni a Trento e abbiamo una dipendente che funge da segretaria. Possiamo partecipare ad alcune Commissioni legislative della Provincia Autonoma di Trento: ad esempio quella urbanistica, quella riguardante la gestione dei grandi carnivori, quella delle foreste e quella delle grandi derivazioni idroelettriche. Le A.S.U.C. iscritte all’associazione sono 114 e gestiscono una quota importante del territorio trentino. Oggi come ieri siamo impegnati a valorizzarle e a raccontare il loro impegno per il governo e la difesa e godimento dei beni frazionali. I beni collettivi appartengono a tutti i censiti e oggi hanno assunto un carattere ecologico, sociale, culturale ed economico che si concretizza nella difesa delle acque, nella tutela dell’ambiente e della montagna, nella salvaguardia del paesaggio agrosilvopastorale attraverso una rinnovata attenzione a un equilibrato sviluppo urbanistico. L’ignoranza, la non conoscenza, è il peggior nemico della realtà delle A.S.U.C. La presenza di questi enti sviluppa e rafforza quel senso di appartenenza e di autodisciplina che contribuisce a far nascere e rinsaldare quel rapporto simbiotico tra gente e territorio, che si fonda sul principio di sussidiarietà.



Per maggiori informazioni

Associazione Provinciale A.S.U.C. del Trentino

Via Torre Verde 23, Trento

associazione.provinciale@asuctrentine.it

www.asuctrentine.it


7 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page