Moving Mountain Il progetto di una classe di Rovereto per un turismo sostenibile

di Martina Donadio





Moving Mountain, un'app per esplorare le meraviglie trentine nel rispetto dell’ambiente/per incentivare o incrementare il turismo sostenibile


Grazie a Moving Mountain, un'applicazione che permette di esplorare le meraviglie trentine nel rispetto dell’ambiente, la classe 4B del liceo scientifico Sportivo del Liceo Antonio Rosmini di Rovereto ha conquistato il podio nazionale di categoria nel progetto “Green Jobs” e la partecipazione al Festival dell’Economia di Trento dello scorso giugno.


La classe 4B scientifico sportivo - Umberto Simone Azzarà, Paul Barbu,

Valeria Cadin, Matilde Dealessandri, Martina Donadio, Anna Garbini, Giacomo Gatti, Giacomo Giovanazzi, Beatrice Giovanelli, Nicole Graziotti, Aurora Hartner, Davide Innocenti, Davide Nicolini, Benedetta Andrea Onorati, Giacomo Passerini, Chiara Perani, Denise Piazzola, Alessandro Piccolroaz, Lorenzo Rossi, Tommaso Tramontin, Maria Vittoria Letrari, Matilde Vianello - coordinati dalla prof.ssa Anna Baroni, ha lavorato per trovare una possibile soluzione alla sfida proposta: rendere lo sport di montagna sostenibile per tutti attraverso una serie di suggerimenti virtuosi che cercassero di limitare il più possibile l’impronta ambientale sul territorio montano.


Nonostante la situazione pandemica e la DAD, gli studenti hanno pensato di sviluppare Moving Mountain, un'applicazione che permette di esplorare le meraviglie trentine nel rispetto dell’ambiente.

«L’applicazione ideata – spiega Martina Donadio, studentessa referente del progetto – offre la possibilità di conciliare turismo, sport, sostenibilità e disabilità, essendo provvista di elementi innovativi e all’avanguardia.


Per esempio il prototipo dell’app presenta una sezione dedicata agli sport adattati per le disabilità, offre la possibilità di prenotare istruttori e attrezzature per la pratica di svariate discipline, dispone di un climate clock - orologio del clima esposto per la prima volta in centro a New York e oggigiorno presente anche in numerose metropoli come a Roma - che ci fa ricordare il tempo rimasto per agire, prima che la Terra non sia più in grado di farci da casa . Un’altra importante sezione è dedicata ad una dettagliata mappatura del territorio che metta in evidenza: il grado di difficoltà di percorrenza dei sentieri, indicando quelli ideali e consigliati per le famiglie, la localizzazione delle fonti d’acqua per diminuire il consumo di bottiglie di plastica monouso e la segnalazione dei punti di raccolta dei rifiuti con i relativi orari di apertura e chiusura dei centri di raccolta dei rifiuti ingombranti. Inoltre l’app propone una serie di quiz e giochi per famiglie a tema ambientale, con la possibilità di vincere premi e sconti presso enti locali, dove vengono utilizzati prodotti bio e/o km0 per incentivare il consumo dei prodotti locali più genuini e per mantenere vive le antiche tradizioni trentine e far conoscere i prodotti tipici della cucina nostrana».


L’app è stata realizzata sulla base dei risultati ottenuti da un questionario sottoposto a più di 2.000 soggetti.


Inoltre il progetto nasce in risposta ai problemi ambientali e in linea con gli SDGs, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU. Nello specifico, gli obiettivi rappresentati dal progetto sono la riduzione delle diseguaglianze, la realizzazione di città e comunità sostenibili, il consumo e la produzione responsabili e la protezione della vita sulla Terra.

Il team di Moving Mountain, interessato a proseguire con il proprio progetto, è alla ricerca di fondi per realizzare l’app e renderla accessibile a tutti. Per dubbi o curiosità il team di Moving Mountain lascia in allegato le piattaforme su cui è attivo, dove potrete contattarci.

instagram: movingmountain4b

movingmountain4b@gmail.com

facebook: moving.mountain.56

twitter: MovingM30691945

19 visualizzazioni0 commenti