Un allevamento sostenibile: la troticoltura Armanini

La Troticoltura Armanini nasce negli anni Sessanta a Storo quando Olivo Armanini, insieme al fratello e al cugino, inizia a costruire delle vasche in un'area dedicata al pascolo e particolarmente ricca di acqua .



A distanza di quasi sessant'anni l'azienda è guidata da Andrea, Miriam e Francesco, la seconda generazioni, ed è un moderno allevamento che utilizza le avanzate tecnologie per garantire la qualità del pesce e la sostenibilità di tutti i processi produttivi.


Sono cinque gli allevamenti: a Storo, a Biacesa di Ledro, a Linfano di Arco, a Deva e il nuovo arrivato di Pietramurata.. Ognuno di essi ha le proprie caratteristiche specifiche in quanto a provenienza delle acque (sorgenti, fiume), temperature, escursioni termiche. In base a questi elementi viene stabilito qual è il miglior pesce da allevarvi: torte, salmerini, storioni, anguille. La filosofia che anima la famiglia Armanini è la consapevolezza che se il pesce vive bene, non subisce stress e si trova nel giusto habitat, anche il prodotto finale sarà buono.


I mangimi sono attentamente selezionati e ogni lotto viene controllato per garantire una alimentazione sana. Molte delle caratteristiche nutrizionali dei pesci di allevamento dipendono infatti dalla composizione del mangime.

Il gusto del pesce dipende dalla presenza di alcuni amminoacidi e da altri composti a molecole complesse: da questi dipendono le sensazioni dolce, salato, amaro, acido e umami che sono i cinque sapori fondamentali del gusto. Per quanto riguarda la differenza di gusto tra il pesce allevato, con differenti tipologie di mangime, e il pesce di cattura, gli studi di settore presentano risultati diversi che non permettono di confermare una tesi netta.


L'attenzione alla sostenibilità ambientale dell'allevamento è certificata dall'indice IBE (Indice Biotico Esteso), che si basa sull'analisi dei macroinvertebrati che colonizzano gli ecosistemi fluviali. L'indice fornisce informazioni sugli effetti causati da turbative del sistema quale può essere, appunto, l'allevamento. L'indice rileva che le acque prima o dopo l'allevamento differiscono minimamente dimostrando il basso impatto ambientale dell'allevamento stesso.

9 visualizzazioni0 commenti