VAIA-slow-food (5).jpeg

Numero speciale:
Un green deal
per le foreste dolomitiche

Drago-vaia-milena_edited.jpg

Cari soci e amici di Slow Food,

29 ottobre 2018: la nostra Condotta Slow Food ricorda molto bene questa data. Avevamo organizzato da settimane un corso di cucina con il “maestro” Gianfranco Grisi. La serata coinvolgeva decine di soci ed amici entusiasti di assaggiare l’originale trentinsushi abbinato alle birre di Klanbarrique. La ricerca estrosa e cosmopolita, la creatività al servizio di una tecnica impeccabile sia in cucina che nel fare la birra, preannunciavano una serata sicuramente interessante, nonostante le piogge torrenziali degli ultimi giorni. Poi, piano piano, cominciarono a susseguirsi le telefonate di disdetta.  Raggiungere Rovereto anche solo da Riva del Garda o dai paesi dell’alta Vallagarina improvvisamente si era trasformata in una impresa. Ci ritrovammo in una ventina di soci, inconsapevoli che avremmo ricordato per sempre quella serata. Solo il giorno dopo, come molti, abbiamo compreso la gravità di quello che stava succedendo tutt’intorno.

Continua a leggere ...

Il DragoVaia - Foto di Milena Battisti

betti_paraloup-72.jpg

Ricette dei cuochi dell'Alleanza

I cuochi dell'Alleanza Slow Food ci hanno inviato le loro ricette per valorizzare il territorio.

La domenica alle caserme delle Viote

La giornata conclusiva dell'iniziativa "Aspettando Terra Madre" che Slow Food Trentino ha organizzato nel maggio scorso per confrontarsi sulle Terre Alte e gli ecosistemi di montagna, non si è svolta a causa del maltempo di domenica 29 maggio. Tra settembre e ottobre fisseremo una nuova data per questo momento di ripensamento sul futuro del Monte Bondone come ecosistema che unisce un vasto territorio fra la Vallagarina e la Valle dei Laghi, il capoluogo e il Lago di Garda.
L'iniziativa doveva essere ospitata nel piazzale delle ex caserme austroungariche, una giornata di incontri, escursioni e conoscenza per immaginare un diverso futuro di una struttura oggi semi abbandonata. Purtroppo ci è stato negato l'uso del piazzale da parte della Provincia fino a fine anno con la motivazione che sarebbe stato utilizzato dalla PAT. Ne abbiamo preso atto con rammarico, considerando che il luogo non è stato e continua a non essere utilizzato.

caserme-viote.jpg